lunedì 9 settembre 2013

IL PENTAGRAMMA DI VENERE di Alessandro Moschini

Di Alessandro conoscevo già la sua meravigliosa vena poetica e la sua capacità di far sentire la musica che suona fin dentro l'anima di chi lo ascolta , tanto da chiamarlo il menestrello dell'amore; ma ho dovuto avere tra le mani il suo libro stampato per apprezzarlo ancor di più. Io sono una sostenitrice accanita della carta stampata pur usando tutti i mezzi che le nuove tecnologie offrono . Ci sono delle emozioni diverse nel poter sfogliare delle pagine e avere un volume tra le mani ti riempie ancor prima di cominciare la lettura. Così è successo che leggendo le liriche della sua silloge"Il Pentagramma di Venere" ogni pagina è stata un viaggio nel mondo di questo meraviglioso poeta. Poesia raffinatamente erotica, delicatamente sensuale , semplicemente sinfonia di note che ti suonano nella mente  e che non puoi far a meno di far vibrare come le corde del suo basso.  Ogni poesia diventa la tua preferita e nel momento che la metabolizzi c'è n'è già un'altra che ti rapisce e ti fa volare. Che canti ti si schiudono sulle labbra e che meravigliose emozioni ti sa regalare con la sue storie d'amore . Un amore che rapisce i sensi , ma ancor prima la mente e diventa un boomerang che veloce si allontana e poi ritorna frantumandosi in mille sensazioni. Vero, essenziale , diretto e delicato ,appassionato e con un che di fanciulllesco che lo fa osservare la donna come una meravigliosa e continua scoperta di vita.